Boris

Sul set della telenovela ‘Gli occhi del cuore 2’ il rapporto tra gli attori non è sicuramente definibile sereno. Tra i capricci degli attori, Boris ci spiega come funziona il mondo dello spettacolo italiano. Con la presenza di alcuni grandi della scena italiana, è una serie televisiva prodotta dal 2007 al 2010 e, dopo undici anni di assenza, nel 2021 uscirà un revival. Lo scopo della serie è quello di prendere in giro la produzione televisiva generalista  italiana del nostro secolo in modo caricaturale. Il protagonista Alessandro, stagista nella produzione della serie ‘Gli occhi del cuore 2’ si troverà a lavorare con René Ferretti, ex regista cinematografico che si è dato alla produzione di fiction di basso livello o, come lui stesso le definisce, fatte a c***o di cane. Ad animare il set c’è un mediocre attore che si atteggia a divo, ha la parte del protagonista Stanis. Come scordarsi della “cagna maledetta”, protagonista femminile, oppure del direttore fotografico cocainomane Duccio e dello scontroso attrezzista Biascica. Insomma, il set de ‘Gli occhi del cuore 2’ è costellato di personaggi in cerca d’autore. È quasi impossibile non affezionarsi a questi personaggi, in particolar modo per i loro problemi che sono comuni a tal punto da dare l’opportunità agli spettatori di immedesimarsi in loro. 

Nel 2011 è uscito il film che racconta la successiva opera cinematografica che vede a capo René, ‘La Casta’, con riuniti gli attori della vecchia fiction. Boris ha la capacità di tirar fuori le risate del pubblico nel modo più spontaneo, nonostante affronti temi di un certo spessore sociale e smentisca molte credenze su un mondo che sembra così perfetto e lontano dal nostro come quello del cinema. 

Martina Mayol

1 commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.