WHAT IF?

Il secondo numero del giornalino è disponibile seguendo questo collegamento

L’immensa gioia che comporta nei nostri spiriti vivere in questi ruggenti Anni Venti è incommensurabile: viviamo in un mondo di pace, dove le grandi epidemie che mettevano a rischio la vita di gran parte della popolazione mondiale sono state eradicate, i governi lavorano insieme in comune accordo e le disparità sociali sono state superate. Forse. Non sarebbe bello un mondo così? Ma a questo utopico sogno come ci saremmo arrivati? Dove andrebbe aggiustata la storia umana? Soprattutto, questi grandi cambiamenti come andrebbero ad influire sul nostro mondo?  Come sarebbe la nostra società se non ci fosse stata la scoperta dell’America? E se l’uomo non avesse mai inventato la fotografia? E se i moti del ’68 non si fossero mai verificati? Quanti “e se” potrebbero cambiare radicalmente la storia umana. Si potrebbero scrivere  decine e decine di pagine su come il nostro mondo sarebbe diverso… Già, si potrebbero…  E infatti è proprio ciò che noi de La Zanzara abbiamo fatto, non senza fatica. Per mesi le migliori menti del mondo moderno si sono arrovellate incessantemente su come potremmo cambiare la nostra società andando a ritoccare gli eventi del passato e ora, con grande gioia, siamo arrivati a poter dire “ci siamo riusciti”. Con questo intento nasce “What If?”, una dettagliata e attenta raccolta di supposizioni che consegnano ai lettori una nuova visione sulla storia e sul mondo contemporaneo. Dunque, senza troppi indugi, abbandoniamoci a questo viaggio nello spazio e nel tempo, giocando con il corso della storia e chiedendoci “e se…”.

Valerio Rosario Cardarelli